L’archivio sonoro di Luisa Orrù, riflessioni sull’archiviazione

L’Archivio Storico dell’Università di Cagliari1 ha recentemente accolto tra i suoi fondi l’importante archivio sonoro di Luisa Orrù. Questa antropologa, nata in Sardegna nel 1944, ha studiato Linguistica sarda. Dopo la laurea, dopo aver insegnato per qualche anno presso una scuola media inferiore, nel 1974 è diventata assistente alla cattedra di Storia delle tradizioni popolari all’Università di Cagliari, retta dalla prof.ssa Enrica Delitala. In seguito, ha iniziato una collaborazione con l’antropologo Pietro Clemente e ha partecipato a una raccolta di testimonianze biografiche sulle donne in Toscana. Nel 1982 ha sistematizzato il metodo e sono iniziate le interviste alle donne sarde all’interno dello studio da lei condotto sul ciclo riproduttivo. Nel 1986 ha ottenuto in posto di professore associato di Antropologia culturale all’Università di Cagliari e ha portato avanti le sue ricerche. Luisa Orrù è morta nel 1998, a seguito di una malattia.

Il materiale sonoro inedito consta di 1235 audiocassette che contengono 1400 interviste. L’archivio è caratterizzato da interviste su argomenti specifici della disciplina come il ciclo riproduttivo, la medicina popolare, l’igiene personale e della casa, i sogni e le credenze relative alle anime dei morti; la valenza simbolica della casa, la veterinaria tradizionale, il carnevale. , La prof. Orrù aveva predisposto tre registri ordinati per unità sonora, dove segnava il titolo dell’unità, la data, il luogo e il numero d’ordine. Aveva anche predisposto dei documenti (168 fascicoli) sui rilevatori e sugli informatori.

Una parte del materiale sonoro è stato digitalizzato in formato Wave  (44.1khz/16bits) da un gruppo di lavoro coordinato dalla prof.ssa Fulvia Putzolu, che aveva ereditato il patrimonio archivistico; il materiale cartaceo è stato digitalizzato grazie alla collaborazione del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente. I dati dei registri sono stati informatizzati in un primo momento su un file Excel e in seguito sono stati riversati in un database relazionale (Access), organizzato con tabelle correlate e collegamenti ipertestuali tra i dati e i file audio.

Questo fondo sarà accessibile nel portale web dell’Archivio Storico dell’Università di Cagliari, attualmente in fase di progettazione, che ha come obiettivo la realizzazione di uno strumento innovativo che possa garantire l’accesso alle fonti archivistiche. Questo portale presenterà storia dell’archivo e dei fondi; permetterà la consultazione di un inventario digitale che sarà corredato di una parte introduttiva sulla struttura dei fondi e la tipologia di materiali conservati.

Il database delle inchieste di Luisa Orrù permetterà una ricerca semplice e veloce, attrverso la realizzazione di uno strumento  facilmente accessibile. Il risultato della ricerca fornirà la scheda dell’intervista con le informazioni principali (il titolo, la responsabilità, la data e il luogo di registrazione, la lingua, la durata).

Eleonora Todde (ricercatrice di Archivistica dell’Università di Cagliari) e Valeria Zedda (dottoranda di Storia, Beni culturali e Studi internazionali di Cagliari) stanno svolgendo un periodo di ricerca presso la fonoteca della Maison méditerranéenne des sciences de l’Homme (MMSH) nei mesi di gennaio e febbraio 2019. Il soggiorno permetterà di valutare l’apporto dell’Umanistica digitale per la realizzazione di una piattaforma multimediale dell’Archivio Storico dell’Università. Inoltre, attraverso l’analisi delle strategie di conversione degli archivi dal formato analogico al digitale, si potrà affrontare e prevenire le possibili criticità sulla riconversione e le best practices per una valorizzazione nazionale e internazionale del patrimonio sardo.

Autori dell’articolo: Eleonora Todde (Ricercatrice di Archivistica, Università degli Studi di Cagliari) – Valeria Zedda (Dottoranda di Storia, Beni culturali e Studi internazionali di Cagliari)

Crédits photographiques : documentation de l’archive de Cagliari (“Image à la une”)  et enquête de Luisa Orrù, photographie d’Eleonora Todde, CC-BY-NC. 

Lire le billet :

en  langue française : http://phonoteque.hypotheses.org/29487

en  langue anglaise : http://phonoteque.hypotheses.org/29533

  1. La responsabile scientifico dell’archivio è attualmente la prof.ssa Cecilia Tasca. []

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.